Title Image

Dr. Massimiliano Arcidiaco

Home  /  Dr. Massimiliano Arcidiaco
Dr. Massimiliano Arcidiaco
+ (39) 0547 19 55 898
Book appointment
We are here for you

Book appointment

Laureato in Tecniche Audioprotesiche nel 2007 presso l’Università di Medicina e Chirurgia di Padova dopo 6 anni di esperienza nel campo otorinolaringoiatrico, ha conseguito un MASTER NEL 2010 per la Riabilitazione Protesica Infantile (primo Master Italiano) presso l’università di Medina e Chirurgia di Modena in collaborazione con l’Università di Padova.

Nel 2008 ha frequentato il Global Village di Sydney (AUSTRALIA) per l’apprendimento della lingua Inglese e poter esplorare il NAL (National Acoustic Laboratories) Ausraliano, il centro di ricerca più famoso al mondo per l’acustica. Nel 2009 ha ricevuto il premio “Miglior Audioproteista dell’anno indetto da Rayovac e successivamente intervistato da Audiology Info, rivista internazionale del settore. Da sempre sostenitore dell’ANA (associazione Nazionale Audioprotesisti), iscritto regolarmente all’ordine delle professioni sanitarie dal 2019 (anno in cui è stato istituito). Ha fondato l’Audiopro nel 2006 con l’obbiettivo di ricercare metodi sempre innovativi e all’avanguardia per risolvere le problematiche dell’udito. Promotore delle più avanzate tecnologie del settore e sostenitore dello sviluppo etico della professione che è seduto a vecchi metodi commerciali e poco professionale. Audiopro è leader indiscussa della ricerca e tecnologia vera sposando il codice deontologico per portare la categoria a una maggiore considerazione nell’ambito sanitario audioprotesico. In prima linea contro professionisti che propagandano i migliori risparmi a fronte della migliore qualità.

Degrees Tecnico Audioprotesista e CEO
Work Days lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì

Il Dr. Arcidiaco è presente anche nell’archivio ANSA per delle interviste fatte anni fa. È possibile leggerne il contenuto cliccando sui seguenti link:

Audiopro, quando l’apparecchio acustico sposa la consulenza

Massimiliano Arcidiaco: «Apparecchi acustici? Ad ogni orecchio il suo»